Al Crocifisso

Ogni volta, Gesù Signore, 

che ti contemplo in Croce, 
mi domando con insistenza: 
"perchè?"
La risposta la trovo nel Tuo Cuore: 
sei l'Amore!
E' l'Amore che ti porta 
a consumarti fisicamente, 
psichicamente e moralmente per me.
Gesù, forse che la Croce 
ha esaurito le possibilità del tuo Cuore? 
No, Signore!
La croce è un'invenzione umana, 
perciò non può rendere visibiletutto il Fuoco che ti consuma. 
Tu mi ami di più, di più, 
infinitamente di più.
Aprimi gli occhi, perchè veda 
e finalmente riesca a comprendere 
che c'è un Dio innamorato 
proprio di me, così come sono,
con il mio nome e cognome. Amen!

 

Signore Gesù crocifisso,
permettimi di stare qui,
davanti a Te.
Mi capita raramente di guardarti
come faccio in questo momento.
Tu mi attendi qui da sempre,
per dirmi quanto mi vuoi bene e
quanto ti sono prezioso.
Con le tue braccia aperte
sembra che tu voglia raggiungere tutti gli uomini,
come in un abbraccio universale.
Sento che in questo abbraccio ci sono anch’io.
Esso mi dà sicurezza,
perché è pieno di amore.
E’ un abbraccio gratuito, purissimo, totale,
che mi fa superare il timore per le mie cattiverie,
per le mie impurità,
per tutti i miei peccati.
Contemplandoti, inchiodato sulla croce,
sento che si allargano gli spazi stretti del mio cuore,
che mi fanno sentire prigioniero di me stesso.
Per il mistero della tua croce,
dona a me e a tutti i giovani del mondo
un supplemento di libertà interiore.
Portaci per mano fuori da noi stessi, oltre la soglia della nostra paura,
verso di te e verso i fratelli;
e fa’ che ciò di cui non siamo capaci
possa essere il dono
della ricchezza del tuo amore infinito.